Punti di forza

CONOSCENZA

ANALISI DEI BISOGNI

Il consulente aziendale deve essere necessariamente un ottimo ascoltatore del cliente. Deve saper ascoltare tutto quello che il cliente vuole condividere; per ideare, presentare ed implementare il suo progetto di consulenza aziendale deve necessariamente conoscere l’azienda e lo scenario di mercato in cui si trova ad operare, soprattutto deve sapere che le informazioni dirette del suo cliente, magari imprenditore da oltre trent’anni in quello specifico settore, sono quanto di più importante e strategico.

FLESSIBILITÀ

DAL VOSTRO BISOGNO ALLA RISPOSTA

Le società e i professionisti che offrono consulenza aziendale sono molte, ma qual’è il nostro punto di forza?

Il nostro punto di forza sta nell’approccio al cliente in termini di “quello che serve a lui” e non di quello “che sappiamo fare noi”. Il nostro logo rappresenta proprio questo concetto: la rana è un anfibio, un animaletto che sa adattarsi a situazioni mutevoli.

Partire da un’intensa attività di ascolto del cliente e di analisi dei bisogni dell’impresa o dell’imprenditore, ci consente di offrire un’elevata flessibilità di personalizzazione e risposte non standardizzate.

INNOVAZIONE

PER RIMANERE COMPETITIVI

L’esternalizzazione delle attività amministrative non “core” è sempre più utilizzata dalle aziende più innovative e si inquadra all’interno degli obiettivi di contenimento dei costi e di ricerca dell’efficienza.

EFFICIENZA

NON SOLO EFFICACE MA ANCHE EFFICIENTE

Per essere competitivi le azioni non possono essere soltanto efficaci, devono essere anche efficienti. Efficienza è la parola d’ordine dei servizi offerti da Carpe Diem che, a seconda di come è organizzata l’area amministrativa e contabile del cliente, sono riconducibili a due tipologie di servizio:

a) ufficio amministrativo in outsourcing

b) supporto all’ufficio amministrativo del cliente

La prima sottintende lo svolgimento da parte di Carpe Diem di tutte le attività pertinenti all’area di interesse;  Carpe Diem diventa di fatto un ufficio esterno all’organico del cliente, operando in outsourcing.

Nella seconda fattispecie, il cliente è già dotato di un ufficio amministrativo interno, che viene affiancato da Carpe Diem in alcuni casi particolari, quali: progetti speciali, risorse umane non sufficienti, procedure il cui avvio richiedono competenze specifiche, ecc…